PUNTO E A CAP – Patchami ancora

Con Fifa sono in una relazione complicata.

A settembre, come ogni anno, era scoppiata la passione. Facevamo di tutto per incontrarci e insieme a lei il tempo volava. Avevamo una squadra di oro comuni, uno stadio da terza categoria, ma non c’importava. Scalavamo le Rivals sull’onda dei gol di Richarlison e Inaki Williams, ci emozionavamo alle prime WL. 

Poi sono iniziate le patch. Le chiedevo: cos’hai? E lei rispondeva: niente, saranno i troppi cross, comincio a sembrare calcio reale, ho bisogno di nerfarli.

Le facevo il doppio passo, ma lei non lo apprezzava più. Ti comporti come un ragazzino, diceva, basta skill, siamo adulti ormai.

Ho iniziato a innervosirmi: sei come Fifa20, stronza come tutte le altre! Abbiamo sempre fatto baldoria al Futmas, ora sei così freeze.

E allora vattene, ubriacati coi tuoi amici al bar di Warzone, che magari qualche kill la fai con le cazzate che spari!

Sa essere molto crudele, quando vuole. Io aspettavo un’altra patch e ci riprovavo. Giuro che cambio modulo, giuro che non penso più alla croqueta di due anni fa, giuro che risparmio i crediti e ti compro un Toty.

Lei mi riaccoglie ogni volta, più per compassione che per amore. Lo so che di nascosto guarda le WL degli altri, che vorrebbe un marito come Prinsipe e un figlio come Anders Vejrgang. Che ci posso fare? Ho poche mani, ma tanto cuore. Le regalerò un anello d’oro2, so che non è molto, ma spero che mi tenga per mano ancora un po’ e che ci troveranno insieme, quando arriveranno i TOTS.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: