PUNTO E A CAP 4 febbraio 2020

Ha un non so ché di romantico il pensiero di essere dei ribelli che lottano contro un Sistema corrotto.

Spesso noi trader di fut ci sentiamo così, quando sfoggiamo le nostre squadre di bomberoni, comprati col sottobosco di azioni partigiane contro gli invasori di Easports.

Sembra un gioco. Forse un po’ lo è, ma c’è un dato emergente dai siti del settore che rende la nostra esistenza qualcosa di ancora più fico e ci toglie l’atavico dubbio se per EA veramente la compravendita rappresenti un problema. Il dato è che nell’ultimo quadrimestre EA ha guadagnato dalle microtransazioni dei suoi giochi 1 miliardo di dollari. Un miliardo.

Stiamo parlando di uno dei più grandi colossi tecnologici del pianeta e sì, amici miei, noi siamo un loro problema. O meglio, lo saremmo se la gente iniziasse in massa a fare compravendita anziché shoppare. In ballo ci sono un mucchio di soldi veri e tutto ciò è assolutamente coerente col cambio di rotta visto in fut quest’anno.

Un tempo compravi 30 if, li mettevi in frigo, e dopo due settimane li rivendevi col 50% di guadagno. Oggi devi flippare ogni giorno, guardare i grafici, seguire le crew di compravendita (cioè gli Eavengers, gli altri sono delle sottospecie di Vanna Marchi di fut), sbatterti come un cane. La loro strategia è rendere la compravendita un qualcosa di faticoso e scoraggiare i trader in favore dello shopping compulsivo.

Diciamo che sta funzionando, ma per quelli come me, cresciuti a pane e karate kid, tutto ciò non fa che accrescere la mia voglia di mettere la cera e togliere la cera fino a comprarmi tutti i più forti senza spendere una lira. Alla faccia loro.

Resta il fatto che inspiegabilmente questa multinazionale continui a sbagliare ogni santo giorno le sbc; forse, come in ogni film di supereroi, il mega cattivone si è circondato di scagnozzi idioti che ti attaccano uno alla volta. Chissà. Io nel frattempo continuo a upgradare la squadra e a flippare i miei Guerreiro if al grido di: Libertà!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: