ODE TO MY FAMILY

Sono passati svariati mesi dal lancio di Fifa20 ed è il momento di bilanci intrisi di romanticismo pop. Quest’anno mi sono dedicato per la prima volta in modo massivo alla compravendita e indubbiamente questa è stata la parte più divertente del gioco.

Il gameplay, per il mio modo di giocare, ha raggiunto a malapena la sufficienza. Come tutti i tossici ho grandi aspettative per il prossimo capitolo, sia sul gioco che su nuove modalità meno frustranti.

Ma veniamo alle dolci note. La prima menzione va indubbiamente a Futstreet. Mi sono subbato instant al loro canale, ho scelto Ema e company perché li ho sentiti vicini alle mie esigenze e poi è stato merito loro acchiapparmi per il resto della stagione grazie a un gruppo telegram efficiente e ben organizzato e continui aggiornamenti, oltre alle live.

La compravendita su fifa 20, come dice Ema, è risultata molto advanced, ha richiesto tanta scuola, continui aggiustamenti e un livello di attenzione che ha scoraggiato i meno addicted. A un certo punto inizi a scrivere più alla chat che alla tua famiglia, gli admin diventano i tuoi genitori e i mod i tuoi fratelli maggiori. Aspetti le 19 come se fosse ogni sera il tuo primo appuntamento.

Ho solo il cruccio di non aver imparato bene il flipping delle carte gameplay, per il resto ho portato a casa 16.5kk, il doppio dello scorso anno, e una squadra clamorosa che mai avrei pensato di permettermi.

Ti accorgi che la stai facendo bene quando la gente inizia a scriverti in chat “How much money did you spend?” Senti il rumore del rosicamento e la loro frustrazione, perché vorrebbero che tu fossi uno shoppone, li aiuterebbe a sentirsi meno capre nel non aver mai appreso le basi del trading.

Sorry bro, my brain is my wallet.

Il secondo abbraccio virtuale va a John fondatore e a Fut Universe. Il gruppo facebook ha accolto le mie rubriche PUNTO E A CAP con grandi riconoscimenti e ho fatto nuove amicizie. Ho seguito le live di John come un allievo appeso alle parole del Grande Maestro. John è il teologo della compravendità, il nostro Mosè. Abbiamo atteso insieme l’icon mid che non arrivava mai ed esultato per le casse clamorose.

Terza menzione a quel fulminato di Tymus. Lui non sa quanti pomeriggi, di rientro dal lavoro, la mia autoradio ha sparato fuori i suoi recap e le sue teorie. Persino il mio gatto si emoziona quando sente partire il jingle “ma bella a tutti ragazzi…”

Ultimo, ma solo in ordine alfabetico inverso, il mitico Ben: creatura onnisciente dei videogames e delle tattiche. Il suo metodo bronzini è più citato dei meme di John Travolta e la sua calma serafica mi ha aiutato a non sbroccare davanti agli investimenti andati male.

Più che Eavengers io me li immagino come l’ A-Team: John Fondatore Smith, Ema Sberla, Tymus Murdock e Ben, indubbiamente, PE Baracus.Ah, ci sarebbe pure Lamella, ma quello scorreggione è sempre mezzo desaparecido, non mi da modo di recensirlo.

A conti fatti, temo che mi sfonderò di Ultimate Team anche il prossimo anno. Perché esistono tanti giochi più belli di Fifa, ma nessuna community più bella di questa.

Il Vostro Li Prezzi

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: